Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chi ha mai visto una ferita che si muove?

Berlusconi sta prendendo per i fondelli gli italiani


Berlusconi sta prendendo per i fondelli gli italiani
15/03/2011, 19:03

In questi giorni il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha riferito di essersi operato alla mascella, come conseguenza dei postumi del cosiddetto attentato del 14 dicembre scorso, quando, secondo la versione ufficiale (ampiamente smentita dai fatti) Massimo Tartaglia gli lanciò una riproduzione del duomo in faccia. Ma si può notare una cosa: man mano che passa il tempo, la ferita in questione si è messa a camminare ed è andata in giro. Vediamo come.
La prima foto è un fotogramma TV, preso dopo il cosiddetto attentato mentre Berlusconi esce dalla macchina. Come si può vedere, ci sono solo tracce di sangue sul labbro superiore e sui denti, e uno sbuffo (che potrebbe essere anche una ferita, ma non sanguina) sotto l'occhio, vicino all'attaccatura del naso. Giusto per completezza, ricordiamo anche il certificato medico di allora: rottura della cartilagine del naso, ferita al labbro superiore e allo zigomo, con caduta dei due incisivi, perdita di mezzo litro di sangue. E già qui non ci troviamo: mezzo litro di sangue non è poco. Dove è finito?
La seconda foto è presa all'uscita di Berlusconi dal San Raffaele, dove era stato ricoverato e dove aveva trovato il suo medico di fiducia (che casualmente la sera dell'attentato era di servizio in ospedale; quando si dicono le coincidenze). Sono passati alcuni giorni e il premier ha un enorme cerotto che gli copre guancia, naso e labbro superiore. Stranamente, si notano due cose: innanzitutto, sembra avere il solito "trucco" che usa in tutte le sue uscite pubbliche; ma soprattutto colpiscono gli occhi. Come è noto, quando una persona si rompe il naso, oltre ad avere una cospicua perdita di sangue, altro sangue si accumula nelle orbite, sotto gli occhi. Quindi si hanno gli occhi neri, come se si fosse preso un pugno, per settimane. Invece in questo caso non c'è più niente. Come mai?
La terza foto ha bisogno di pochi commenti. SI tratta di una foto presa alla festa di compleanno di Michaela Biancofiore, candidata del Pdl in Trentino. Come si vede nell'angolo in basso a sinistra, c'è la data: 28 dicembre 2009. Quindi in due settimane si possono notare alcune stranezze. Innanzitutto sul labbro superiore non c'è più niente, neanche un segno. Resta il cerotto sul naso, ma quello sullo zigomo si è spostato all'esterno, e sta sulla guancia, in alto. Ma se confrontiamo questa foto con la prima, vediamo che il 13 dicembre non aveva alcuna ferita sull'esterno dello zigomo. QUindi la ferita ha cominciato a spostarsi, evidentemente.
La quarta fa un confronto tra le ferite del 13 dicembre e i cerotti che portava il premier il primo gennaio, all'esterno di un centro commerciale di Como. Anche qui si vedono i cerotti sulla guancia e non dove c'era la presunta ferita.
Nei giorni successivi poi Berlusconi si fa vedere senza più cerotti, ma il 4 gennaio Libero riporta la notizia di una riunione dei vertici del Pdl a cui partecipa anche Francesco Storace. Il quale riferisce di aver visto Berlusconi senza alcuna ferita sul volto. Cosa confermata dalla quinta foto, scattata il 5 gennaio in Provenza. Guardando la foto, non si vedono segni di alcun genere.
La cosa poi si chiude, apparentemente, fino ad alcune settimane fa, quando, durante una conferenza stampa, il premier mostra che gli manca un dente (sesta foto), attribuendo questo al falso attentato del 14 dicembre 2009. Ma indica un dente della mandibola, e per di più è sull'esterno della guancia. Ma quando mai è stato ferito là?
Il colpo finale con la presunta operazione sosteniuta al San Raffaele "in anestesia totale". Ora, chiunque si sia mai operato, sa che chi è anestetizzato, è completamente fuori gioco per almeno 12 ore dopo l'intervento. Infatti non sono pochi quelli che, dopo un'anestesia totale, passano le 12-24 ore successive in uno stato che alterna veglia e sonno. Invece già la sera, 6 ore dopo l'intervento, Berlusconi ha avuto una riunione con gli esponenti della Lega, invitati a cena a casa sua. E il giorno dopo, colpo di teatro: la guancia incerottata (foto sette). Ma ben tre dentisti che ho interpellato mi hanno detto che se si è trattato dell'impianto di un dente, come recitano i comunicati ufficiali, non si opera dall'esterno, ma dall'interno. Al più, se ci sono complicazioni di qualche genere, si opera in artroscopia, cioè si fa un buchetto all'interno della guancia e si inserisce un cavo a fibra ottica che può contenere strumenti per operare dall'interno. E quindi quel cerotto a che serve?
Semplicemente a prendere per i fondelli i cittadini italiani, che credono ancora che ci sia stato un attentato contro il premier. In realtà si è trattato di una bufala, come da noi già rivelato nel gennaio 2010 (leggere anche
questo articolo). Una bufala che continua.

Aggiornamento del 15 marzo

Ma guarda quando si dicono le coincidenze. Mentre molti non ci credono al fatto che Berlusconi sta ingannando tutti, che cosa mi capita di vedere? Una fotografia presa il 14 marzo (la numero 8 della photogallery), quando Berlusconi è sceso in strada per rassicurare i poliziotti che protestavano per i continui tagli proprio davanti alla sua villa di Arcore. Niente di particolare, ovviamente: scherza, fa le solite battute che non fanno ridere nessuno ("Non vi pagano? La colpa è di Tremonti. Sparategli"), e così via. Ma che cosa si nota sulla guancia sinistra? Nulla. Appunto, nulla. Peccato che poi le immagini del tardo pomeriggio lo ritraggono col solito cerottone che gli copre l'intera guancia. Ma allora cosa è diventato? Un oggetto di abbigliamento? C'è chi si porta il cappello, chi il bastone, lui il cerotto

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Berlusconi insanguinato dopo il falso attentato di Tartaglia
Berlusconi all'uscita dal San Raffaele, con i cerotti
Berlusconi alla festa di Michaela Biancofiore
A destra, Berlusconi fotografato all'esterno di un centro commerciale
Il 5 gennaio, fotografato in Provenza
Berlusconi mostra che gli manca un dente nel marzo 2011
Berlusconi incerottato dopo la cosiddetta operazione il 12 marzo 2011
Berlusconi il 15 marzo 2011 senza il cerotto