Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il premier motivato dalla manifestazione di Verona

Berlusconi:"Andrò avanti per il bene del paese"


Berlusconi:'Andrò avanti per il bene del paese'
20/12/2009, 13:12

VERONA - Si è conclusa con le note di "Menomale che Silvio c'è" la manifestazione organizzata a Piazza Brà (Verona) per esprimere solidarietà al Premier ad una settimana dall'aggressione di Milano. Alla manifestazione hanno partecipato circa un migliaio di persone, tra cui i sottosegretari Aldo Brancher Alberto Giorgetti. A Brancher ha telefonato Silvio Berlusconi in persona. Il presidente del Consiglio ha detto che andrà avanti "per il bene del paese" e di trovare in questo tipo di manifestazioni "un'ulteriore spinta" per continuare a governare il paese. Il Primo Ministro si è detto "commosso" e grato a Verona che "che ha per prima voluto organizzare questa manifestazione di solidarietà".
Essendo oramai alle porte il Santo Natale, Berlusconi ha poi voluto vestire per qualche attimo i panni di Gesù; ricordando infatti che "L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio" e ribadento l'opera d'amore e pace in cui si sta adoperando il Pdl "in tutta Italia". "Sotto l'albero - ha concluso il Premier - regalate una tessera del Popolo delle libertà".
Come in tanti avevano ipotizzato, l'aggressione al Presidente del Consiglio non ha fatto altro che rafforzare la sua leadership.
Su "Il Tempo" si parla addirittura di un indice di gradimento giunto al 66,1 % che farebbe di Berlusconi il personaggio politico italiano più amato, seguito e "perdonato" del paese. Il Cavaliere è l'uomo "duomato" mai domo che dovrebbe, dati i risultati, quasi ringraziare il suo aggressore Massimo Tartaglia.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©