Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chi dovrà pagare le spese di mantenimento?

Berlusconi-Veronica: resta l'incognita della villa di Macherio


Berlusconi-Veronica: resta l'incognita della villa di Macherio
12/05/2010, 16:05

MILANO - Nei giorni scorsi sembrava vicino un accordo tra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e Veronica Lario sull'assegno di separazione che il primo deve versare alla seconda. SI parlava di 300 mila euro al mese, una vittoria di Berlusconi, dato che i legali della Lario avevano chiesto 12 volte tanto. Allora tutto concluso?
No. Resta il problema della villa di Macherio che secondo gli accordi spetta alla donna. Non si tratta di una villa come le altre: ha uno spazio di 120 mila metri quadrati di terreno intorno, più altri 286 mila che sono di competenza della Hydra Immobiliare, una società controllata dalla Dolcedrago, a sua volta di proprietà del Cavaliere. La manutenzione di uno spazio di 400 mila metri quadrati è costosissima, ovviamente. Anche la villa è enorme, con costi di manutenzione altrettanto enormi: 20 milioni negli ultimi 10 anni. Un altro mezzo milione all'anno se ne va per la sicurezza. E poi ci sono altri 2 milioni per gli stipendi del personale della villa. E qui stiamo parlando delle spese ordinarie, di cui ne sono state riportate solo una parte. Poi capitano sempre spese straordinarie: capitano in una casa comune, figuriamoci in una reggia simile. E' evidente che se le spese dovessero finire tutte addosso alla Lario, i 300 mila euro mensili non sarebbero capaci neanche di coprire le spese di manutenzione. E quindi si sta discutendo anche di questo tra i legali.
Ma tutto questo è nel campo del "si dice", in quanto gli avvocati negano i fatti, trincerandosi dietro il segreto professionale. Ma è facile che siano cifre vere e situazioni reali, come si può dedurre da tanti dettagli.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati