Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Monito del Capo della Protezione Civile per l'Isola verde

Bertolaso: il vero pericolo vulcanico in Campania è Ischia


Bertolaso: il vero pericolo vulcanico in Campania è Ischia
27/04/2010, 21:04

NAPOLI – Gli abitanti della provincia a sud di Napoli sono ormai abituati a convivere con il pericolo di un eruzione vulcanica del famigerato Vesuvio. Lo “Sterminator Vesevo” dorme dal 1944 ma la sua attività prosegue nelle viscere della Terra.
 Tutti guardano, infatti, il Vesuvio, bocca di fuoco tra le più micidiali al mondo. Ma secondo Guido Bertolaso, a guidare una scala temporale di pericolosità è Ischia. Il capo della Protezione Civile ha infatti citato Ischia nel corso di un incontro con la stampa estera per fare il punto della situazione sui vulcani italiani e sui rischi connessi ad un’eruzione. «Il vulcano che potenzialmente ha il colpo in canna peggiore di tutti - ha spiegato - è l’isola di Ischia, dove l’ultima eruzione si è registrata nel 1.300. Non vi sono al momento ragioni per temere che si risvegli, ma ciò può sempre avvenire e dunque va costantemente monitorato».
In diecimila anni il cono vulcanico è cresciuto di 800 metri. «Ciò significa - ha concluso - che nel ventre del monte Epomeo si sta caricando una camera magmatica che potrebbe esplodere con conseguenze drammatiche».

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©