Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La donna è proprietaria di un ristorante

Biella: uccisa e bruciata nel bagagliaio dell'autovettura


Biella: uccisa e bruciata nel bagagliaio dell'autovettura
07/07/2010, 09:07

BIELLA - Continuano le indagini dei Carabinieri di Biella sulla morte di Rosangela Di Donà, il cui cadavere carbonizzato è stato trovato nel bagagliaio di un'auto data alle fiamme. La donna, 58 anni, è proprietaria di un hotel ristorante, il "Principe", che si trova a Gattinara comune in provincia di Vercelli. Finora le indagini hanno portato a scoprire solo che la donna si è allontanata martedì dal suo hotel, dicendo di avere un appuntamento di lavoro, per trattare affari. Ma di quali affari si trattasse nessuno lo sa, cosa che rende più difficile scoprire cosa sia successo o chi sia stato.
Adesso si dovranno aspettare i risultati dell'esame autoptico, che dirà innanzitutto come la donna è morta. Infatti lo stato in cui si trovava non ha permesso di vedere se ci sono ferite evidenti sul cadavere e quindi non si conosce ancora la causa della morte. In ogni caso appare certo che l'incendio della vettura sia stato provocato per cancellare le tracce dell'assassino o quanto meno per tardare o rallentare le indagini.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©