Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Napoli uomo ucciso da un proiettile vagante

Bilancio di Capodanno in Italia: 500 feriti ed un morto

Milano: ferisce bimbo ai testicoli e si dà alla fuga

Bilancio di Capodanno in Italia: 500 feriti ed un morto
01/01/2011, 15:01

NAPOLI - 500 feriti ed un morto: non è il bilancio di un violento attacco Kamikaze o di qualche azione di guerriglia in Afghanistan, ma il resoconto da poco diffuso dai principali organi di stampa riguardo la prima notte del 2011 appena trascorsa in Italia.
Da Nord a Sud si registrano feriti più o meno gravi anche per colpi d'arma da fuoco. In particolare a Napoli si è registrato un morto a causa di un proiettile vagante. Altri feriti sempre a causa di rivoltelle usate impropriamente sono stati però segnalati anche  in Calabria, Sicilia, Sardegna, Puglia e Veneto.

A NAPOLI UN MORTO E 70 FERITI
Nel capoluogo partenopeo si registra l'unico morto della notte di Capodanno 2011: si tratta di Carmine Cannillo, 39enne di Crispano colpito letalmente da un proiettile vagante. Il bossolo gli si è conficcato nella spalla mentre era intento all'accensione di alcuni fuochi d'artificio intorno alla mezzanotte. Su Rainews 24 si segnala poi anche un altro ferito grave: un giovane di 28 anni colpito al volto da un proiettile sparato in piazza Borsa. L'uomo, fortunatamente, non è in pericolo di vita e si aggiunge agli 70 feriti più o meno gravi registrati in nottata. Sempre a Napoli, sono stati circa 140 gli interventi dei vigili del fuoco per spegnere roghi d'immondizia ed auto date alle fiamme.

24 FERITI A SALERNO
A salerno, invece, i feriti sono 24. Tra questi il più grave è un 12enne romeno al quale è esploso tra le mani un petardo raccolto per strada. Il ragazzino, dopo aver subito uno "sfacelo traumatico" all'arto con il quale reggeva il botto, è stato operato d'urgenza all'ospedale di Salerno "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona". Rischia di perdere alcune dita.
Sempre nel salernitato si è registrato poi un altro incidente accaduto ad un trentenne: l'uomo ha riportato la frattura ad una falange con dinamiche ancora poco chiare ma comunque collegate ai festeggiamenti tramite fuochi d'artificio.

MILANO: UOMO FERISCE BIMBO DI 11 ANNI E SCAPPA
Nel capoluogo lombardo sono stati 11 i feriti totali per il Capodanno. Il più grave è un bimbo di soli 11 anni colpito ai testicoli da un  petardo e poi urgentemente trasportato all'ospedale Buzzi. L'uomo responsabile dell'incidente si è dato alla fuga senza soccorrere il piccolo. Gli altri 10 feriti sono fortunatamente lievi.
La notte Milanese, comunque, si è distinta per le chiamate (oltre 600) ai servizi sanitari d'emergenza a causa di persone in fortissimo stato d'ebrezza. Tra il centro e la provincia sono stati più di 300 gli interventi effettivi del 118.

GLI ALTRI FERITI AL SUD
In Calabria una bambina è stata colpita ad un occhio da un proiettile di pistola. Nella stessa regione, ci sono altri due feriti per colpi d'arma da fuoco. In Puglia, invece, solo Bari fa registrare 13 feriti di cui uno molto grave. A Modugno, un cinese ha perso un occhio a seguito dell'esplosione di un petardo che stava maneggiando in casa.
Al policlinico del capoluogo pugliese, è stato ricoverato un 17enne che ha subito l'amputazione di tre dita della mano sinistra a causa dell'esplosione di un potente raudo. Un incidente molto simile, in ultimo, è capitato ad un 29enne romene a Barletta: per lui un mese di prognosi a causa della perdita di due falangi della mano destra perse a causa di un botto esploso troppo presto.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©