Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aperta un’inchiesta per accertare le cause del decesso

Bimbo muore in seguito ad un’iniezione dei genitori


Bimbo muore in seguito ad un’iniezione dei genitori
29/02/2012, 18:02

PALMA DI MONTECHIARO (Agrigento) – Tragedia a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, dove un bimbo di 4 anni è morto in seguito ad un’iniezione – fatta in casa dagli stessi genitori -  a base di cortisone. Il piccolo è deceduto martedì sera poco prima dell’arrivo all’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata. Il piccolo, A.P.  avrebbe compiuto 5 anni il prossimo 12 marzo. Il padre, operatore scolastico, e la madre, casalinga, hanno riferito al personale del pronto soccorso che il figlio si era sentito male poco dopo la somministrazione, per via intramuscolare, di una dose di Bentelan. I genitori anno dichiarato di aver somministrato il farmaco al piccolo su indicazione del pediatra. La polizia ha sequestrato la cartella clinica e – oltre ai genitori – ha ascoltato anche il pediatra che aveva in cura il bambino.  Il sostituto procuratore di Agrigento Santo Fornaiser ha aperto un fascicolo d’inchiesta, mentre i carabinieri hanno sequestrato il cadavere. Purtroppo, questo caso non è il solo. Alla polizia, i genitori della vittima hanno tentato di ricostruire, nei dettagli, tutto ciò che è accaduto poco prima del ricovero in ospedale. Stando a ciò che hanno dichiarato i genitori, A.P. martedì si è recato alla scuola materna ma l’insegnante aveva chiamato la mamma a causa della forte tosse. Successivamente, il bimbo è stato visitato dal pediatra che ha prescritto alcuni farmaci, tra cui il Bentelan. In serata, la mamma ha somministrato i farmaci al figlio ma quest’ultimo, poco dopo, è diventato cianotico, con un aggravamento delle difficoltà respiratorie. Inutile la corsa in ospedale dove il piccolo è arrivato poco dopo già deceduto. Secondo i pediatri, invece, è difficile trovare un collegamento tra il farmaco somministrato e la morte del piccolo.  Per il professor Nicola Principi, direttore della clinica pediatrica dell’Università di Milano, i cortisoni somministrati al bambino sono confezionati in dosi tali da escludere conseguenze dannose per la salute. “ le cause del decesso possono essere altre – dichiara il professore – al limite anche l’effetto della stessa puntura che in alcuni casi può avere queste nefaste conseguenze”.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©