Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aveva portato via il figlio dopo litigio con compagna

Bimbo scomparso, il padre confessa: 'l'ho gettato nel Tevere'


Bimbo scomparso, il padre confessa: 'l'ho gettato nel Tevere'
04/02/2012, 14:02

ROMA – Si teme per la vita di un bambino scomparso a Roma.  Del piccolo  portato via di casa dal padre, dopo una furiosa lite con  la compagna, non si hanno più tracce.  Il fatto è accaduto, questa mattina   intorno alle 6.30, l'uomo dopo la segnalazione della madre ai carabinieri,  è stato fermato, ma del piccolo nessuna traccia.
Da quanto si apprende da diverse agenzie di stampa, una persona ha testimoniato di aver visto un uomo gettare qualcosa nel Tevere, nella zona di ponte Mazzini. Nella zona sono in corso ricerche  da parte dei militari.
AGGIORNAMENTO ORE 13:18  Autore del folle gesto , Patrizio Franceschelli, di 26 anni,  già  noto alle forze dell'ordine, che dopo  aver litigato con la moglie in un appartamento di via degli Orti d'Alibert, si e' poi allontanato portandosi via il bambino di appena 2 anni.  L’uomo ha ammesso di aver gettato il figlio di 16 mesi nel Tevere.

Del piccolo finora nessuna traccia nonostante l'intensa attività di ricerca che vede impegnati anche i sommozzatori che è scattata immediatamente dopo la testimonianza dell'agente della polizia penitenziaria che ha notato il ragazzo con il bambino sul ponte Mazzini. Viste le difficili condizioni climatiche, si è avvicinato per chiedere se avessero bisogno di aiuto ma appena arrivato ha visto l'uomo gettare il bambino nel Tevere. La madre del bimbo è in stato di choc.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©