Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Birmania: CasaPound Italia, da vendita pandori 10mila euro in beneficenza


Birmania: CasaPound Italia, da vendita pandori 10mila euro in beneficenza
07/02/2011, 14:02

Roma, 7 febbraio - Serviranno ad acquistare farmaci e attrezzature per la clinica ‘Carlo Terracciano’ nel villaggio di Oo Kray Kee, in Birmania, i diecimila euro raccolti da CasaPound Italia a favore della onlus solidarista Popoli attraverso la vendita di duemila pandori in tutta Italia. L’iniziativa di solidarietà è nata dopo la missione umanitaria di Cpi, Popoli e l’Uomo libero nei territori Karen del settembre scorso.

‘’Dopo aver toccato con mano la tragica realtà e l’eroismo di questo popolo pronto a combattere giorno dopo giorno per resistere al tentativo di sterminio operato dalla giunta militare che controlla il paese – spiega il presidente di CasaPound Italia Gianluca Iannone - ci siamo sentiti in dovere di impegnarci con ancora maggiore determinazione nella battaglia a favore dei Karen. Case e raccolti dati alle fiamme, mine ovunque, torture e crocifissioni: questi sono i mezzi con i quali il governo di Rangoon tenta di schiacciare una minoranza etnica che da oltre sessant’anni lotta per la libertà nell’assoluto silenzio delle istituzioni internazionali. Popoli è di fatto l’unica associazione presente in quei territori che tenta, senza alcun tipo di finanziamento e con le limitate risorse che riesce a raccogliere, di offrire un minimo di assistenza sanitaria ai profughi interni del Paese. Con il solo impegno dei volontari è riuscita a mettere su tre cliniche mobili che curano un indotto di 12mila persone. Una di queste, la ‘Carlo Terracciano’, era stata distrutta dall’esercito e ora è tornata a vivere: non potremmo essere più contenti che i soldi raccolti grazie all’impegno di tutta CasaPound Italia vadano proprio a questa struttura’’.

‘’Non possiamo che ringraziare CasaPound Italia per l’impegno concreto e il sostegno costante all’attività di Popoli e a favore del popolo Karen – afferma Franco Nerozzi fondatore di Popoli - Dalla raccolta delle linguette di alluminio necessarie per le protesi delle innumerevoli vittime delle mine anti-uomo alla partecipazione alle missioni in Birmania fino a questa ultima iniziativa di raccolta fondi, Cpi dimostra come sempre di sapersi spendere in prima persona per le proprie battaglie’’.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati