Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I Verdi Ecologisti: "Degrado senza fine"

Black out Napoli. Denuncia da San Francesco di Paola

Stasera il brindisi in piazza contro il degrado e il buio

Black out Napoli. Denuncia da San Francesco di Paola
31/12/2012, 10:37

NAPOLI - Black out a Napoli. Parroco della Chiesa di San Francesco di Paola a P.zza Plebiscito denuncia un party con orgia finale fuori al Sagrato durante la notte. Verdi Ecologisti: "degrado senza fine e disinteresse totale delle istituzioni. Abbiamo chiesto aiuto ai militari ma stavano acquistando merce abusiva in Piazza". Il 31 sera brindisi in Piazza contro il degrado ed il buio .  
"Il black out delle ultime 48 ore - denunciano il Capogruppo dei Verdi Ecologisti al Comune di Napoli Carmine Attanasio ed il commissario regionale del Sole che Ride Francesco Emilio Borrelli che hanno raccolto molte segnalazioni e denunce dei disagi subiti dei napoletani - ha favorito ogni tipo di azione criminale in città. Dai furti di macchine e scooter a quelli in appartamenti privati. Per non parlare degli incidenti avvenuti e tamponamenti nelle strade piene buche e non illuminate. Per fortuna c' erano le luminarie, le vetrine e le insegne di molti negozi accese che hanno permesso la visibilità minima in alcune zone della città. Alcune strade però sembravano più viali cimiteriali che arterie cittadine. Ma la denuncia più clamorosa è arrivata da Padre Damiano La Rosa della Chiesa di San Francesco di Paola a P.zza Plebiscito che ci ha raccontato un episodio scandaloso avvenuto durante l' ultima notte".
"Verso le 23 del 29 dicembre nella P.zza priva di illuminazione - ha spiegato il Parroco ad Attansio e Borrelli che subito sono accorsi in Chiesa assieme al titolare del Caffè Gambrinus Antonio Sergio - si sono radunati centinaia di giovani dietro ad una vespa con delle casse che emettevano musica ad alto volume. Fino alle 3 del mattino questi giovani hanno ballato, si sono drogati e hanno bevuto utilizzando l' ingresso della Chiesa come urinatoio e per defecare. Poi alcuni di loro hanno fatto sesso fuori al sagrato fino alle 5 lasciando l' ingresso della Chiesa pieno di preservativi usati. Non è la prima volta che avviene uno scempio simile ma il buio di questi giorni ha aumentato la promiscuità. Da tempo segnaliamo episodi simili con denunce scritte ma tutte le istituzioni a partire dalla Prefettura e dall' Esercito che affacciano sulla piazza si sono neanche degnati di risponderci. Siamo senza parole. Nei mesi scorsi denuncia alle autorità anche la celebrazione di una messa nera fuori all' ingresso della Chiesa.
"Sesso, orge, alcolici e droga fuori la Chiesa - concludono i Verdi Ecologisti - sono il segno di un degrado morale e culturale che attraversa una parte della popolazione napoletana. I marmi sono pieni di scritte offensive anche con simboli fallici. Alcuni sono stati rotti o portati via. Ancora più grave è il disinteresse delle istituzioni che stanno abbandonando la Piazza al suo triste destino di degrado. D' altronde l' ultimo Prefetto ha utilizzato la P.zza addirittura come parcheggio per i suoi party mostrando quanta poca considerazione lo Stato ha per questo bene monumentale. Volevamo coinvolgere la Prefettura e l' Esercito che hanno i loro presidi proprio su P.zza Plebiscito ma la Prefettura era chiusa ed i militari li abbiamo sorpresi ad acquistare merce dagli ambulanti abusivi che hanno invaso clamorosamente la Piazza".
Il 31 sera i Verdi Ecologisti aderiscono al brindisi di mezzanotte promosso a P.zza Plebiscito da un gruppo di cittadini preoccupati per il futuro del sito lasciato al buio dal titolo "Plebiscito rianimato"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©