Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le irregolarità danneggiano la categoria e i turisti

Blitz contro tassisti abusivi e irregolari


Blitz contro tassisti abusivi e irregolari
28/07/2010, 12:07

NAPOLI - Lo scorso fine settimana a Napoli c'è stato un blitz dei vigili contro tassisti abusivi ed irregolari, la cui attività andava certamente a discapito "dell'intera categoria, dei turisti e dei cittadini", come ha affermato Paolo Esposito, il presidente di Unimpresa mobilità. le licenze ritirate sono state otto; tredici le denunce. Tuttavia le autorità affermano che le denunce e gli esposti sono ancora pochi.
Gli abusivi si concentrano nelle quattro aree di Napoli più trafficate dai turisti: piazza Garibaldi, il porto, piazza Municipio, l'aeroporto di Capodichino. Proprio nella zona dell'aeroporto di Capodichino operava un uomo senza licenza che, riuscendo ad eludere i controlli, ha svolto per più di cinque mesi il servizio di trasporto con il suo taxi abusivo. Le tariffe, talvolta pattuite prima di percorrere il tragitto, raggiungevano anche alcune centinaia di euro: se non fossero intervenuti gli agenti della Municipale, un imprenditore svizzero residente a Milano avrebbe dovuto pagare al suo autista 300 euro per essere accompagnato da Capodichino ad un paesino in provincia di Salerno. Lo scorso week-end il tutto è stato messo a verbale dagli agenti della quarta sezione della polizia municipale, i quali hanno individuato anche altri quattro abusivi e hanno disposto il ritiro della licenza per otto tassisti in regola che, tuttavia, erano soliti "dimenticare" di azionare il tassametro, per poi applicare tariffe piuttosto elevate.
Il piano di controlli disposto dal comandante della polizia municipale Luigi Sementa, di cui fa parte il blitz dello scorso fine settimana, è finalizzato a tutelare i turisti, ma anche a contrastare il problema della concorrenza sleale che subiscono i tassisti regolari. Sindacati e associazioni dei tassisti denunciano pubblicamente ciò che accade, puntando il dito contro la mediocrità della classe dirigente della città come colpevole della crisi che investe l'intero settore. "La nostra categoria continua a fare grandi sforzi, a rendere più trasparenti le tariffe e a garantire maggiore sicurezza agli utenti" afferma il sindacato. Intanto Paolo Esposito annuncia che a ridosso di Ferragosto, quando i servizi pubblici ridurranno l'attività, il servizio taxi in città verrà rafforzato.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©