Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Vasta operazione dei reparti speciali dell'Arma

Blitz del Ros, stroncato il clan Mallardo


.

Blitz del Ros, stroncato il clan Mallardo
06/06/2012, 14:06

NAPOLI – La giustizia si abbatte come una mannaia sulla criminalità organizzata. All’indomani della requisitoria fiume nella quale il clan Licciardi rischia oltre un secolo e mezzo di carcere, un’ulteriore operazione del Reparto Operativo Speciale dell’Arma ha portato in nottata all’esecuzione di 47 ordinanze di custodia cautelare nelle province di Napoli e Caserta. Le indagini del Ros, coordinate dalla procura distrettuale antimafia di Napoli, hanno consentito di disarticolare la nuova struttura del clan Mallardo, che si era riorganizzato dopo la cattura e la condanna dei capi storici ed aveva trovato alleanze con altri gruppi camorristici. Sequestrati beni mobili e immobili per un valore di diversi milioni. Le accuse per gli indagati vanno dall'associazione di tipo mafioso all'estorsione, alla detenzione di armi da guerra. Secondo gli investigatori il clan Mallardo, egemone a Giugliano in Campania, in seguito all'ergastolo dei capi storici, i fratelli Giuseppe e Francesco Mallardo, si era riorganizzato sul territorio mantenendo il controllo delle attività estorsive e dei traffici di droga. Le indagini hanno consentito di documentare i rapporti con i clan Licciardi di Secondigliano (Napoli) e Bidognetti di Casal di Principe (Caserta), con i quali erano stati costituiti un 'gruppo misto' ed un 'direttorio' per la gestione delle attività illecite in numerosi comuni delle province di Napoli e Caserta.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©