Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Gli attivisti: “Farsa strumentalizzata a fini politici”

Blitz della Gdf ad Officina99, 6 fermi


.

Blitz della Gdf ad Officina99, 6 fermi
16/09/2010, 21:09

NAPOLI - Officina99, centro sociale alle porte di Napoli, è stata teatro di un’ irruzione da parte della Guardia di finanza che ha trovato alcune piantine di marijuana, una piccola coltivazione posta sul terrazzo dello stabile occupato di via Gianturco. Il blitz è avvenuto in concomitanza dell’organizzazione della  festa del centro, Adunanza Sediziosa, prevista per giovedì. Dodici persone sono state identificate, sei delle quali, sottoposte a fermo. Le piantine sono state sequestrate. I finanzieri sono arrivati e hanno trovato gli occupanti del centro impegnati nei preparativi della festa. Hanno sfondato la porta del magazzino che custodisce bibite e cibo secondo il racconto dei presenti. I sei sottoposti a fermo sono ancora ora presso la caserma della Guardia di Finanza, dinanzi alla quale una cinquantina di persone sta manifestando per chiedere la liberazione dei propri compagni. Si è in attesa della decisione del PM per sapere se il fermo si trasformerà o meno in arresto.
Gli attivisti di Officina99 da anni sono impegnati in un’attività di antiproibizionismo e le piante vengono cresciute proprio in segno di protesta per essere poi usare nel mese di novembre durante “la festa del raccolto”.
“Il narcotraffico- hanno commentato alcuni “abitanti” - in una città come Napoli è una delle maggiori attività della criminalità organizzata e le forze dell’ordine concentrano la loro attenzione su un centro sociale. Invece arrestano degli attivisti che conducono una protesta simbolica per la legalizzazione delle droghe leggere.”
In serata si è appreso che tutti i giovani fermati sono stati successivamente rilasciati.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©