Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Reparti di ortopedia trasformati in centro di reclutamento

Blitz nella sanità campana, 13 provvedimenti cautelari

Scarica l'allegato

In allegato l’ordinanza.

.

Blitz nella sanità campana, 13 provvedimenti cautelari
06/03/2012, 12:03

Blitz sulla sanità campana, a tremare centri privato e case di cura. 13 provvedimenti cautelari contro medici e paramedici accusati di concussione, abuso d'ufficio, falso e truffa a danno della pubblica amministrazione. In azione I carabinieri del Nas e i militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli. Arresti in Campania, Toscana e Piemonte. La seconda divisione di ortopedia dell'ospedale Cardarelli di Napoli, al centro di blitz dei Nas, era stata trasformata in un "vero e proprio centro di reclutamento di pazienti gestito dal primario, il prof. Paolo Iannelli", i pazienti, stufi delle lunghe file di attesa, venivano dirottati alla casa di cura Villa del Sole, di proprietà, tra l'altro, dello stesso Iannelli. A scriverlo nel dossier i pm Francesco Curcio e Henry John Woodcock nella richiesta di applicazione delle misure cautelari eseguite oggi. I pm spiegano che Iannelli "dopo aver prospettato speciosamente (e sistematicamente) ai degenti tempi lunghi di attesa per poter essere sottoposti alle cure e soprattutto agli interventi necessari, induce gli stessi a trasferirsi presso la casa di cura Villa del Sole, struttura non a caso di proprietà, tra l'altro, del prof. Paolo Iannelli, approfittando delle loro condizioni fisiche precarie, del loro stato di soggezione e di diminuita capacità di discernimento, così sfruttando ai fini di lucro la sua condizione di preminenza ed altresì costringendo persone deboli a lui affidate per la professione svolta a prendere decisioni che altrimenti non avrebbero preso". Un indagato in carcere, due agli arresti domiciliari, tre destinatari di provvedimenti di divieti di dimora a Napoli, sette misure di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: è quanto ha disposto il gip di Napoli Ludovica Mancini nell'inchiesta sulla sanità che ha portato al blitz dei Nas. In carcere è finito Paolo Iannelli, primario di ortopedia all'ospedale Cardarelli; arresti domiciliari per Gabriele Iannelli e Marco Von Arx, rispettivamente, dirigente medico del Policlinico di Napoli nonché socio della casa di cura Villa del Sole e presidente del consiglio di amministrazione della stessa clinica. Il divieto di dimora nel comune di Napoli è stato applicato nei confronti di Umberto Bocchetti, Mario Chiantera, ortopedico del Cardarelli, e Giuseppe Trotta, anch'egli dirigente medico della Divisione di ortopedia dello stesso ospedale. L'obbligo di presentazione è stato disposto per Gennaro Devoto, ortopedico dell'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, Vincenzo D'Aniello, anch'egli ortopedico a Pozzuoli, Carlo Carli, ex dirigente medico dell'Asl Napoli 2 presso il distretto di Bacoli attualmente in pensione; Ettore Dell'Anna, otorinolaringoiatra dell'ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania, Clara Belluomo Anello, dirigente del reparto di terapia intensiva del Primo Policlinico di Napoli, Michele Chiariello, medico anestesista presso Villa del Sole e Luigi Angrisani, direttore dell'Unità operativa di chirurgia dell'ospedale San Giovanni Bosco. Complessivamente gli indagati nell'inchiesta condotta dai pm Francesco Curcio e Henry John Woodcock sono 43 per reati ipotizzati a vario titolo che vanno dall'associazione per delinquere, alla concussione, truffa, abuso di ufficio e falso. Ulteriori aggiornamenti nel corso della giornata.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©

Correlati