Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Un Cristo e un Che firmati da Sandokan e datati 1999

Blitz per scovare Zagaria, trovati disegni di Schiavone


Blitz per scovare Zagaria, trovati disegni di Schiavone
18/08/2009, 17:08

Doveva essere una perquisizione come tutte le altre, alla ricerca del boss latitante Michele Zagaria, all’interno della reggia dove vivono i suoi familiari, ma i carabinieri questa volta hanno dei disegni fatti da un artista più famigerato che famoso: Francesco Schiavone, detto Sandokan, il capoclan dei Casalesi rinchiuso al 41 bis.
I militari, durante il blitz, hanno notato l’effige di un Cristo insieme a quello del rivoluzionario Che Guevara, poste sotto sequestro insieme ad altri reperti che, adesso, sono al vaglio degli inquirenti e della Soprintendenza per i Beni archeologici ed artistici: si potrebbe trattare, infatti, di reperti artistici di enorme valore, finiti chissà come nella villa della primula rossa della camorra casertana. Quello che ha maggiormente incuriosito gli inquirenti, però, sono i due ritratti. Non sono stati sottratti da nessun museo, né fanno parte di una collezione privata firmata da chissà quale artista. Chi li ha disegnati, adesso si trova ‘seppellito’ sotto il cemento armato, in carcere, nel regime del 41 bis. Sono i disegni di ‘Sandokan’ Schiavone, che insieme a Michele Zagaria è uno dei capi storici dei Casalesi.
E non si tratta di un semplice regalo tra due vecchi amici: basta guardare la data ed il luogo posti in calce per capire che, quei ritratti, aprono scenari inquietanti. In basso a destra si legge “Spoleto Spoleto 01/01/99” e “Spoleto 19/01/99”. Nel gennaio del 1999 Sandokan era detenuto a Spoleto, e quei quadri testimoniano lo scambio tra due boss, uno rinchiuso in carcere e sottoposto alla massima sicurezza ed un altro latitante. Le indagini sono già partite, e toccherà ora ai carabinieri capire se si tratta di un normale regalo tra due vecchi amici, consegnato chissà come, o se dentro quei disegni sono celati dei messaggi.

(fonte notizia e foto allegata:
Marilena Natale per
www.interno18.it)

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©