Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli immigrati si accampano in strada: due giorni senza cibo

Blitz via Brin, consigliere accusa: "Usate sostanze urticanti"


.

Blitz via Brin, consigliere accusa: 'Usate sostanze urticanti'
03/08/2011, 13:08

NAPOLI - Hanno dormito in strada, sui marciapiedi di fronte all’ex officina senza acqua né cibo. Ore di inferno, per gli immigrati che occupavano l’edificio di via Brin, sgomberati ieri mattina dalla polizia municipale per dare il via alla realizzazione del sito di trasferenza dei rifiuti. Per i 45 extracomunitari provenienti dall’Africa, che dal maggio del 2010 sono stati destinati all’edificio comunale di via Brin, non è stata ancora trovata una soluzione. Ottantuno immigrati invece sono già stati destinati al centro di via Don Bosco, ma restano ancora caduti nel vuoto gli appelli per quelli rimasti in strada. Alcuni di loro denunciano il pugno di ferro utilizzato dagli agenti della polizia municipale durante lo sgombero. ''Esprimo piena solidarieta' ai migranti, che sono stati costretti a passare la notte in strada, senza acqua e senza assistenza, dopo uno sgombero dove la Polizia Municipale ha utilizzato anche sostanze urticanti. Tutto cio' avviene in un momento in cui l'Italia e' scossa dalle legittime proteste dei migranti, a Bari come a Lecce, a Crotone come a Roma''.Lo sostiene il consigliere comunale Arnaldo Maurino, del gruppo Napoli e' tua che appoggia la giunta di Luigi De Magistris. ''E' necessario ricordare al generale Sementa che non comanda un battaglione della Folgore in missione di guerra, ma piu' semplicemente la Polizia Municipale che dovrebbe essere al servizio dei cittadini. La macchina comunale non puo' permettersi degli scivoloni del genere. I diritti fondamentali non possono avere un riconoscimento attenuato quando si tratta di migranti. E' necessario che il sindaco assuma con forza la prospettiva di una Napoli intesa come citta' solidale''.
L'ASSESSORE NEGA: NESSUNO SGOMBERO -  “Nessuno sgombero forzato in via Brin”. È quanto ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali Sergio D'Angelo in merito all’operazione della polizia municipale nell’ex officina di via Brin, il quale assicura che “tuttavia verrà trovata una soluzione anche per gli immigrati non censiti durante il trasferimento al don Bosco dei giorni scorsi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©