Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I manifestanti e i palloni da calcio “contro il rigore”

“Blockupy Fornero”: tensione e scontri a Montecitorio

Cinque agenti feriti. Piazza del Pantheon liberata

“Blockupy Fornero”: tensione e scontri a Montecitorio
14/06/2012, 18:06

ROMA - Bombe carta, lancio di bottiglie e diverse manganellate: momenti di tensione a Roma, dove i manifestanti della protesta “Blockupy Ddl Fornero”, che contestano la riforma del Lavoro del ministro Fornero, si sono scontrati con le forze dell’ordine, cercando di sfondare il cordone di agenti in assetto antisommossa, che impediva loro di arrivare a Montecitorio. Questa nuova protesta cittadina si è conclusa con il ferimento di cinque poliziotti, due dei quali sono stati trasportati in codice verde all’ospedale Santo Spirito, mentre gli altri tre sono stati medicati sul posto. Anche tra i manifestanti ci sono stati alcuni contusi lievi, con qualche livido sulle braccia e in testa. Alcuni di essi denunciano di essere stati “manganellati e colpiti” dalla polizia.
La protesta “Blockupy Ddl Fornero” ha visto da ieri diversi studenti e associazioni accampati con tende e striscioni al Pantheon per manifestare contro la riforma del ministro del Lavoro e per dire “no” al precariato giovanile. Dopo gli scontri con le forze dell’ordine, i manifestanti sono riusciti comunque a raggiungere piazza Montecitorio e, una volta arrivati qui, tra cori e slogan contro la Bce e Mario Monti, hanno messo in atto un goliardico lancio di palloni da calcio “contro il rigore”. Dopo questo gesto, i manifestanti hanno lasciato piazza Montecitorio per tornare al Pantheon, gridando “Roma libera”, e liberare la piazza, da ieri occupata simbolicamente.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©