Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

L'uomo coinvolto nell'inchiesta Rimini Yacht

Bologna: ex generale della Finanza si spara perchè perquisito


Bologna: ex generale della Finanza si spara perchè perquisito
01/07/2010, 13:07

BOLOGNA - Angelo Cardile, ex generale della Guardia di Finanza, si è suicidato, quando i suoi colleghi sono entrati questa mattina nel suo appartamento per effettuare una perquisizione. Dopo avere letto il mandato che gli è stato consegnato, si è ritirato in una stanza, mentre i finanzieri cominciavano ad effettuare la perquisizione. Pochi minuti dopo, si è sentito lo sparo di una pistola. I finanzieri sono accorsi, ma hanno potuto solo accertarne la morte. Il proiettile gli aveva trapassato la testa e la ferita è stata immediatamente mortale.
La perquisizione, che non è l'unica tra gli alti gradi della Guardia di Finanza in Emilia fatte oggi, rientra nell'inchiesta sulla società Rimini Yacht, sospettata di irregolarità nella compravendita di imbarcazioni di lusso. Pare che l'ex generale Cardile avesse un ruolo concreto nella società e avesse usato la sua doppia qualifica per coprire i reati contestati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©