Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La 51enne aveva problemi economici

Bologna: forse i soldi dietro l'omicidio Ventura


Bologna: forse i soldi dietro l'omicidio Ventura
27/04/2010, 19:04

BOLOGNA  - Bruna Mantovani, la donna di 51 anni, che ha accoltellato a morte la suocera 85enne, Wanda Eraldi, mentre era ancora nel suo letto, sarebbe stata mossa da una questione riguardante il denaro.  Il fatto e' avvenuto in via Belle Arti 16, nell'appartamento dove Mantovani abitava con il marito Leandro Ventura, 62 anni e il figlio trentenne, oltre alla nonna paterna di quest'ultimo. Al momento si lavora solo su un'ipotesi di movente, poiche' se da un lato entrambi i coniugi risultano occupati in due noti cinema del centro storico della citta', dall'altro gli inquirenti hanno ritrovato una lettera scritta dalla presunta assassina in cui si fa riferimento a difficolta' economiche.
Serviranno ancora degli accertamenti, quindi, per capire cosa ha spinto la donna a scagliarsi contro l'anziana per poi avvertire al telefono il marito che era a lavoro, confessare l'accaduto e, quindi, aggredire anche lui, non appena rincasato. Rientrato subito dopo l'allarmante telefonata della moglie, Ventura ha trovato la moglie armata ed e' stato lui stesso raggiunto da alcuni fendenti al torace e alla schiena.
Le ferite, giudicate guaribili in un mese, non gli hanno impedito di avvertire il 113 che ha subito inviato gli uomini della Squadra mobile sul luogo del delitto. Mantovani, accusata di omicidio e tentato omicidio, e' attualmente in stato di fermo e ricoverata all'ospedale Sant'Orsola dove versa ancora in stato confusionale.
 

 

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©