Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Ha sfruttato la normativa in materia

Bologna, lavoratore chiede la malattia e vola ai Caraibi


Bologna, lavoratore chiede la malattia e vola ai Caraibi
08/01/2013, 19:09

BOLOGNA – Chiede un mese e mezzo di convalescenza alla sua azienda e poi vola ai Caraibi. E’ la strana storia di un dipendente dell’Asul di Bologna: ha sfruttato la normativa in materia per trascorrere, regolarmente, il proprio periodo di malattia oltreoceano. Stando alla legge, infatti, in caso di malattia è possibile spostare il proprio domicilio anche all’estero.

La  Ausl bolognese ha fatto sapere che l’assenza per motivi di salute dell’operatore è stata regolarmente certificata e notificata all’azienda, nei tempi e nei modi previsti dalle vigenti norme di legge. L’azienda, inoltre, ha voluto specificare di aver esercitato sul caso le sue funzioni ordinarie di controllo, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalle norme in vigore.

L’uomo si era procurato un infortunio a una coscia per cui aveva dovuto sottoporsi a un’operazione, a questa era seguito un certificato per permettere un periodo di fisioterapia. A dicembre la comunicazione di passare il periodo in questione ai Caraibi da parte del dipendente che, dicono alla Ausl, non aveva mai fatto malattie o avuto comportamenti poco professionali.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©