Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bologna: l'Onda contro Maroni, la polizia carica e disperde il corteo



Bologna: l'Onda contro Maroni, la polizia carica e disperde il corteo
28/09/2009, 23:09

Manifestazione di protesta, questa mattina a Bologna, contro la presenza del Ministro dell'Interno Roberto Maroni. I cortei erano due: uno formato dagli studenti dell'Onda, che protestavano per la politica dei cosiddetti "respingimenti" via mare di extracomunitari, a cui non viene dato alcun conforto materiale, non viene concesso di presentare domanda di asilo e vengono invece spediti in un lager libico, dove gli uomini muoiono di fame e di sete e le donne vengono violentate prima di essere uccise; il secondo era formato da ultrà che protestavano contro la schedatura della tessera del tifoso. I due coirtei si sono incontrati e hanno proseguito assieme, ma all'incrocio tra via Cartoleria e via Santo Stefano si sono trovati la strada sbarrata da poliziotti in tenuta antisommossa. Usando come scudo i canottini gonfiabili che avevano portato gli studenti dell'Onda come simbolo dei respingimenti, hanno provato ad avvicinarsi, mentre alle loro spalle cominciava un lancio di uova ed altri piccoli oggetti. Al momento del contatto scatta la carica della Polizia, che ha colpito violentemente tutti quelli che stavano in zona, come mostrano le macchie di sangue che si vedevano ovunque, in quella zona. Tra i feriti risultano solo due poliziotti contusi, ma è prassi, per chi è furbo, non andare in ospedale in questi casi, altrimenti si viene arrestati.
Ancora una volta una manifestazione pacifica è stata arbitrariamente bloccata con la viuolenza dalla Polizia. Se i manifestanti avessero proseguito non sarebbe successo nulla.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©