Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La vittima un libero professionista di 56 anni

Bologna, si distorce la caviglia ma muore dopo un mese. Un medico indagato


Bologna, si distorce la caviglia ma muore dopo un mese. Un medico indagato
01/11/2012, 20:32

BOLOGNA - È morto per una tromboembolia polmonare, meno di un mese dopo una caviglia ingessata per una distorsione. Pare che a causare il decesso di un libero professionista di 56 anni, Eugenio Flaviano, sia stata una dose insufficiente di anticoagulante.  Il fatto risale allo scorso mese di febbraio ed è stata riportata dal Resto del Carlino. La moglie ha sporto querela e il pm di Bologna Massimiliano Rossi ha indagato il medico di famiglia per omicidio colposo, ricevendo - nei giorni scorsi - un avviso di garanzia.
Flaviano, l’11 gennaio scorso, si procura la storta alla caviglia destra inciampando in strada. Il giorno dopo va all'ospedale Rizzoli dove gli applicano un gesso e prescrivono un anticoagulante, importante vista la stazza dell'uomo, 115 kg. Dopo una visita di controllo, la situazione peggiora e  nella notte fra il 3 e 4 febbraio chiama la guardia medica che consiglia un antinfiammatorio. La mattina dopo, l'uomo ha colpi di caldo e tossisce sangue. Il giorno 6 chiama il medico di famiglia, descrivendogli i  sintomi e questi gli prescrive tachipirina e gli fissa una visita per quattro giorni dopo. Ma quando il 9 arriva in ambulatorio, il paziente è in condizioni critiche. Il medico lo manda al pronto soccorso del Sant'Orsola, il paziente alle 17 entra al policlinico, dove gli assegnano un codice giallo. Poco dopo le 20, muore.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©