Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ice, pastore tedesco dell'Arma, fiuta dinamite e detonatori

Bologna, un cane scova una santabarbara in un casolare


Bologna, un cane scova una santabarbara in un casolare
14/12/2010, 19:12

BOLOGNA - Venticinque candelotti di dinamite, nove detonatori e tre micce. A scovare la santabarbara, peraltro in pessimo stato di conservazione e potenzialmente pericoloso, è stato Ice, uno dei cani del nucleo carabinieri cinofili di Bologna, che in un capanno per attrezzi abbandonato, attiguo ad un casolare del quartiere Zolino di Imola, nel Bolognese è riuscito a fiutare l'arsenale. I militari, impegnati con gli uomini della Compagnia di Imola in alcuni controlli su immobili in disuso, hanno liberato il pastore tedesco che si è diretto con decisione dentro il magazzino degli attrezzi e ha iniziato a rovistare con le zampe fra i rottami accatastati all'interno. Poco dopo, fermandosi e rimanendo immobile davanti a un sacco di juta marrone, ha segnalato al proprio conduttore la presenza di materiale sospetto. A quel punto è intervenuto un artificiere della questura di Bologna che ha confermato la segnalazione del cane e, con le cautele del caso, il sacco è stato ispezionato, Conteneva 25 candelotti di dinamite (per circa tre chili), nove detonatori e tre micce a lenta combustione. Nonostante il cattivo stato di conservazione, dai primi accertamenti l'esplosivo era potenzialmente offensivo. Nel casolare vicino al vecchio capanno abita una coppia di anziani coniugi, che i carabinieri ritengono estranei al fatto e inconsapevoli della presenza dell'esplosivo. Il magazzino era infatti in stato di abbandono e facilmente accessibile da chiunque volesse nascondervi qualcosa. I militari hanno avviato corso accertamenti tecnici per verificare la provenienza dell'esplosivo: ad un primo esame, non sarebbe riconducibile ad ambiti di criminalità organizzata, ma del tipo utilizzato nelle cave per le attività estrattive.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©