Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un ordigno è esploso alle 20:30 di lunedì

Bomba davanti alla sede Equitalia di Olbia

L'esplosione ha danneggiato solo la vetrina esterna

Bomba davanti alla sede Equitalia di Olbia
27/12/2011, 11:12

Dopo il pacco esplosivo recapitato al direttore di Equitalia Marco Cuccagna e la bomba carta esplosa davanti a una filiale di Napoli e di Roma, un altro ordigno è stato fatto esplodere davanti all’agenzia Equitalia di Olbia. La deflagrazione è avvenuta nella sede periferica della città sarda, in località Colco. L’esplosione ha danneggiato la vetrata esterna dell’agenzia, non ha provocato danni agli altri edifici. Non si trattava di alto potenziale esplosivo, gli investigatori hanno rilevato la presenza di gelatina di cava.
I carabinieri di Olbia, i Ris di Cagliari e i colleghi del reparto investigazioni scientifiche di Sassari hanno già svolto i rilievi e stanno visionando i filmati delle diverse telecamere a circuito chiuso presenti nella zona, che potrebbero aver ripreso qualche movimento riconducibile agli autori del reato. La bomba è stata collocata poco dopo le 20:30, l’ora in cui è stata avvertita l’esplosione. Non ci sono stati feriti, anche perché quella zona di Olbia è poco frequentata. Nelle vicinanze, però, c’è la stazione dei carabinieri, che sono prontamente intervenuti. Nella stessa zona, nel 2003 un ordigno fece saltare le concessionarie della Bmw e della Peugeot, vicine alla sede di Equitalia.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©