Cronaca / Nera

Commenta Stampa

L'obiettivo era il controllo nel Nolano e nel Vallo di Lauro

Bombe per controllare le attività funebri, due arresti


Bombe per controllare le attività funebri, due arresti
11/09/2009, 17:09

Per mantenere il controllo sulle attività funebri non esitavano a minacciare i concorrenti, ricorrendo anche a degli ordigni da far esplodere nei pressi delle loro sedi come intimidazione. E’ quanto accadeva nel Nolano, in provincia di Napoli, e nel Vallo di Lauro, ad Avellino. A finire con le manette ai polsi Federico Graziano, titolare dell’agenzia ‘Onoranze funebri Graziano Federico srl’, con sede a Taurano (Avellino) e Salvatore Caliendo, dipendente della ditta. I carabinieri nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Nola, hanno accertato che i due, rispettivamente mandante ed esecutore materiale, per mantere il controllo dell’attività di onoranze funebri nei comuni dell’agro nolano ed in quelli del Vallo di Lauro ricorrevano ad ordigni e minacce telefoniche ai danni di agenzie concorrenti. In particolare, l’obiettivo era impedire l’apertura e l’avvio delle attività di una agenzia a Visciano (Napoli), inaugurata l’otto agosto.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©