Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Intervento del segretario nazionale della Cisl

Bonanni: vorremmo che riforma lavoro non si toccasse più


Bonanni: vorremmo che riforma lavoro non si toccasse più
26/04/2013, 11:53

UDINE – Il  segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni, a margine del congresso della Cisl regionale, ha commentato  una eventuale revisione da parte del governo della riforma Fornero sul lavoro:  "Vorremmo che la materia del lavoro non si toccasse più. Se si dovesse rivedere qualcosa, lo faranno i sindacati con gli imprenditori".  

 "In Parlamento - ha sottolineato Bonanni - entra una rana ed esce un cavallo. Non ci interessa affatto che materie così delicate possano essere affidate a Parlamento e Governo".

"Il mio auspicio è che si discuta di riforma fiscale, piuttosto che di Imu". Lo ha detto il segretario nazionale Cisl Raffaele Bonanni auspicando che la richiesta di ridurre l'Imu da parte del Pdl non crei difficoltà al tentativo di formare un governo da parte di Enrico Letta.

 "Ci sono - ha aggiunto - tanti balzelli, questo dell'Imu è il più odioso per la povera gente. Se c'é voglia di intervenire sul fisco si taglino le tasse su lavoratori e pensionati e per gli imprenditori che investono". Per "la Cisl l'Imu si deve rimuovere per coloro che hanno una sola casa, perché sono i più poveri, che finora pagano la loro patrimoniale, l'Imu".

Bonanni ha auspicato un "taglio forte delle tasse" per "lavoratori e pensionati", dando "rilevanza penale al reato di evasione fiscale".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©