Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Moltissimi dipendenti assenti durante le festività

Boom di malattie alla Lavajet, indagine Digos

Seconda indagine avviata dall'Asia

.

Boom di malattie alla Lavajet, indagine Digos
10/01/2011, 14:01

NAPOLI - Le assenze per malattia dei dipendenti della Lavajet, la ditta ligure che si è aggiudicata l'appalto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, finiscono al centro di una doppia indagine. Esaminando i dati, infatti, sembra che alla Lavajet sia scoppiata un'epidemia.
Una prima indagine, avviata dalla Digos della Questura di Napoli, potrebbe ricevere dalla Procura di Napoli nelle prossime ore una nuova delega di indagine da parte del procuratore aggiunto Gianni Melillo (che coordina le inchieste sui danneggiamenti agli automezzi dell'Asia ma anche quelle sui presunti boicottaggi ai danni della stessa azienda e sui sospetti casi di assenteismo del personale). La seconda indagine, invece, amministrativa, è stata annunciata da Claudio Cicatiello, presidente dell'Asia.
Il sospetto che si cela dietro le due indagini ha il sapore del boicottaggio. Su uno sfondo già molto delicato come quello dell'emergenza rifiuti napoletana, l'assentarsi improvviso di molti dipendenti ha aggravato una situazione già precaria.
Asia ha fissato per martedì un incontro per cercare di ricostruire la vicenda e dare un significato al boom di assenze per malattia registrato tra i dipendenti della Lavajet durante le festività natalizie.
Al momento, non si esclude che dietro il boom di assenze si celi un sabotaggio messo in atto dai dipendenti per imporre assunzioni; ipotizzabile anche una sorta di ricatto dei dipendenti per ottenere quanto non è stato pagato da Enerambiente, ovvero la ditta presso la quale i lavoratori Lavajet prestavano servizio prima del passaggio di cantiere.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©