Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora un comune del nord, dopo Desio

Bordighera: comune sciolto per infiltrazioni mafiose


Bordighera: comune sciolto per infiltrazioni mafiose
10/03/2011, 13:03

BORDIGHERA (IMPERIA) - Il consiglio comunale di Bordighera, in provincia di Imperia, è stato sciolto da un decreto del Ministro dell'Interno Roberto Maroni. Si tratta del secondo comune del Nord, dopo Desio, in provincia di Milano, che viene sciolto per questo motivo. La decisione nasce da un rapporto redatto nel giugno scorso dai Carabinieri e confermato da un rapporto a fine 2010 redatto dalla Commissione prefettizia incaricata di confermare la situazione.
Tutto nasce dalla segnalazione di una consigliera comunale, che si opponeva all'autorizzazione data per la creazione di una sala giochi, attraverso l'affiliazione rapida ad associazioni sportive e culturali. Da qui, nasce l'indagine dei Carabinieri che ha dato luogo al rapporto.
Così come è stato scoperto che la 'ndrangheta si era di fatto impossessato del settore del ripascimento delle spiagge ed altri interventi nel campo edilizio e di sbancamento terra. E chi non accettava, si trovava di fronte a intimidazioni, minacce e pressioni difficili - se non impossibili - da gestire. Alla fine è arrivato il decreto del Ministro Maroni, che scioglie questo Consiglio COmunale ma non risolve certo il problema.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©