Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si indaga sull’attività imprenditoriale della vittima

Boscoreale: imprenditore decapitato, è giallo sul movente


.

Boscoreale: imprenditore decapitato, è giallo sul movente
28/01/2010, 14:01

BOSCOREALE – E’ ancora avvolto nel mistero l’omicidio dell’imprenditore Gerardo Del Sorbo, 44 anni di Boscoreale. Gli inquirenti stanno scavando nella vita privata dell’uomo per trovare elementi utili a spiegare un delitto così efferato: il 44enne è stato decapitato. Al momento gli investigatori non escludono nessuna pista. Sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti l’attività imprenditoriale della vittima.
Resta da chiarire se il delitto è stato commesso all’interno del cortile della ditta di cui era proprietario l’uomo o se gli assassini hanno lasciato il corpo senza vita dell’imprenditore nel giardino della sua azienda solo in un secondo momento. Chi ha agito ha messo a  soqquadro la casa dell’uomo, forse per far credere agli inquirenti che si è tratto di una rapina. Nell’abitazione di Del Sorbo nessuna traccia di sangue. E’ giallo sul movente del delitto. Gli inquirenti hanno anche rinvenuto una pistola beretta 7 e 65 con la matricola resa illeggibile, anche se non è stato accertato che sia stata l’arma utilizzata per sparare. Secondo il medico legale la morte dell’imprenditore risalirebbe a due giorni prima del ritrovamento del cadavere. Sono in corso in queste ore gli interrogatori delle persone vicine alla vittima e già nei prossimi giorni potrebbero emergere elementi chiave per ricostruire i fatti. Eventuali testimonianze potrebbero dare un contributo utile alle indagini, qualcuno potrebbe aver visto gli assassini, anche se nei pressi dell’abitazione della vittima, ci sono solo aziende e il cimitero cittadino. Non si esclude la pista del delitto passionale considerata l’efferatezza del delitto. Sul caso stanno indagando  i magistrati della procura di Torre Annunziata Lucio Giugliano ed Emilio Prisco e il procuratore aggiunto Raffaele Marino. Per ora non c’è ancora un perché al macabro delitto. Gli assassini dell’imprenditore incensurato prima gli hanno sparato un colpo di arma da fuoco, esploso a breve distanza, colpendolo al petto, forse con un fucile, e poi l’hanno decapitato. Il corpo senza vita dell’ imprenditore è stato ritrovato ieri sera al civico 18 di via Cimitero a Boscoreale, nella zona industriale, nel cortile della ditta di costruzioni in legno di cui la vittima era proprietario. La testa è stata rinvenuta dai carabinieri a circa 20 metri dal corpo. Una scena raccapricciante. A seguito di una telefonata anonima sono intervenuti i carabinieri della squadra investigativa del gruppo di Torre Annunziata agli ordini del maggiore Pasquale Sario e del colonnello Andrea Paris. Un quadro complesso e nebuloso, le indagini proseguono a 360 gradi per far luce sulla vicenda. 

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©