Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Rinviato il processo per appropriazione indebita

Bossi chiede l'affidamento ai servizi sociali per non finire in carcere


Bossi chiede l'affidamento ai servizi sociali per non finire in carcere
10/10/2018, 14:16

MILANO - Umberto Bossi ha chiesto, tramite i suoi legali, l'affidamento ai servizi sociali. Deve scontare una pena a 18 mesi per vilipendio al Presidente della Repubblica (nella persona di Giorgio Napolitano) per averlo chiamato "terrone" durante un comizio a Bergamo. I fatti risalgono al 2011 e la sentenza definitiva è arrivata poche settimane fa. Ora toccherà al Tribunale di sorvegianza decidere suila richiesta. 

Intanto oggi a Milano è stato rinviato il processo che vede Umberto Bossi imputato per appropriazione indebita, insieme al figlio Renzi e all'allora tesoriere Francesco Belsito. Uno degli avvocati ha presentato una istanza di rinvio per legittimo impedimento e il giudice l'ha accolto, rinviando al 14 gennaio. Data in cui si saprà se il processo si potrà fare o no. Infatti a tutt'oggi manca la querela della Lega per appropriazione indebita, querela che - dopo le modifiche apportate a luglio dal governo Lega-M5S - è indispensabile per poter processare gli imputati. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©