Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Botti di capodanno. Verdi: "avanti con la massima repressione"


Botti di capodanno. Verdi: 'avanti con la massima repressione'
31/12/2011, 09:12

"Ha ragione il Questore di Napoli - dichiara il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - quando chiede ai cittadini di non sparare botti. Noi chiediamo la massima repressione contro questa usanza barbara. La controffensiva delle forze dell' ordine si sta facendo sentire ad oggi registriamo un meno 30% di presenze di illegali sui terriori Il 31 mattina spunteranno bancarelle in tutta Napoli e provincia per vendere fuochi illegali e pericolosi. Alcuni luoghi base saranno il Pallonetto di Santa Lucia, i Quartieri Spagnoli, la Sanità e i quartieri di Fuorigrotta, Secondigliano, Miano e Pianura".
"Ovviamente non è solo un problema di illegalità - continua Borrelli - ma anche culturale. Personalmente sono stato aggredito in queste ore dai genitori di alcuni ragazzini che nei pressi di P.zza Plebiscito si divertivano a gettare petardi addosso ai passanti. Invece di sgridare i propri figli per questi atti incivili e pericolosi si sono avventati contro di me insultandomi per aver impedito ai "bambini" l' assurdo gioco. I Sindaci in Campania che hanno vietato l' uso dei botti in modo totale o parziale nei giorni precedenti o proprio il giorno di capodanno sono ben 53. Un plauso particolare va all' amministrazione di Portici che è l' unica ad essere intervenuta a favora degli animali. Non dimentichiamo che ogni capodanno in Campania muoiono 800 animali tra cani, gatti e uccellini. Una barbarie anche contro i nostri amici a 4 zampe".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©