Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'Ordine dei Giornalisti della Lombardia lo giudicherà

Brachino sotto inchiesta per il pedinamento di Mesiano



Brachino sotto inchiesta per il pedinamento di Mesiano
18/11/2009, 17:11

MILANO - Claudio Brachino, direttore di Videonews (una delle società del gruppo Finivest) e conduttore della trasmissione Mattino5, su Canale 5, è stato messo sotto inchiesta dall'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, per la trasmissione del filmato sul Giudice Mesiano. Secondo quanto riportato dal "Fatto Quotidiano", il capo di incolpazione (cioè l'elenco dei motivi per cui si procede disciplinarmente) fa riferimento alla violazione dell'articolo 137 della legge sulla privacy e sull'articolo 6 del codice deontologico dei giornalisti. Detto in parole semplici, quelle immagini in cui si vedeva il giudice Mesiano andare avanti e indietro per strada, entrare dal barbiere e poi starsene seduto sulla panchina sono una violazione della privacy e non dovevano essere trasmesse. Differente sarebbe stato nel caso in cui lo si fosse visto camminare insieme ad una persona di cui aveva deciso la causa, per esempio; in quel caso sarebbe scattato il diritto di cronaca.
Altro rilievo mosso a Brachino è la posizione di dipendente di una delle aziende di Berlusconi che era stato appena condannato da quello stesso giudice; di conseguenza appare evidente che quel servizio aveva lo scopo di deleggittimare il Giudice.
Adesso Brachino, in teoria, rischia sanzioni
che vanno da un avvertimento o una censura a una sospensione (da due mesi ad un anno, fino alla pena massima: la radiazione dall'albo dei giornalisti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©