Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Bernardo flirtava con la fidanzata del boss locale

Brasile, calciatore Vasco da Gama sequestrato e torturato


Brasile, calciatore Vasco da Gama sequestrato e torturato
26/04/2013, 18:49

Il calciatore brasiliano Bernardo Vieira de Souza, centrocampista di 22 anni del Vasco da Gama, è stato sequestrato e torturato da un gruppo di narcotrafficanti dentro una 'favela' di Rio de Janeiro per essere stato sorpreso con Dayana Rodrigues, compagna di uno dei boss della droga locale.

Secondo quanto riporta il quodiano 'O'Globo', i due ragazzi, dopo essere stati sorpresi nella baraccopoli 'Salsa e Merengue', sono stati portati in un'abitazione isolata presso Vila do Joao dove è iniziato il loro vero e proprio incubo: dapprima sono stati spogliati e poi legati con del nastro adesivo, torturati con scosse elettriche e picchiati selvaggiamente. La ragazza è stata anche ferita alle gambe da due colpi di arma da fuoco. I narcos avrebbero voluto uccidere Bernardo ma poi si sarebbero limitati alle torture. In questo senso è stato decisivo l'intervento di altri due calciatori, Wellington Silva del Fluminense e Charles del Palmeiras (entrambi hanno però negato qualsiasi coinvolgimento in questa storia), che hanno passato la loro infanzia in quella favela e, venuti a sapere di quanto stesse accadendo, hanno spiegato ai narcos che l'eventuale morte di Bernardo avrebbe provocato eccessivo clamore e una dura reazione della polizia carioca con l'occupazione della favela da parte delle forze dell'ordine.

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©