Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Brasile e vera pizza napoletana, binomio vincente


Brasile e vera pizza napoletana, binomio vincente
25/03/2011, 10:03

Non tutti sanno che il Brasile è il paese con la maggiore concentrazione di pizzerie al mondo.
E proprio il Brasile, precisamente la città di San Paolo, è stato la seconda tappa del road show internazionale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN), impegnata a promuovere e valorizzare la ‘vera pizza napoletana’ in tutto il mondo.
Nel corso della missione ‘carioca’, l’AVPN si è avvalsa della collaborazione dell’Istituto Mediterraneo di Certificazione Agroalimentare (IS.ME.CERT.) per verificare la qualità e la provenienza dei prodotti utilizzati da circa venti pizzerie locali nella realizzazione della pizza napoletana.
Dai seminari di verifica, svolti con un pubblico qualificato, sono emersi dati di assoluto interesse: ad esempio, la farina di produzione locale è risultata non particolarmente adatta alla lievitazione, la mozzarella di origine brasiliana ha superato brillantemente i test di qualità e il pomodoro utilizzato è rigorosamente di provenienza italiana.
Il ciclo di verifiche ha evidenziato anche alcune eccellenze. Infatti, una delle pizzerie del gruppo Speranza, già certificata secondo il disciplinare dell’AVPN, si appresta a divenire, avendo superato tutti i controlli, la prima pizzeria all’estero certificata “Specialità Territoriale Garantita” (STG).
“Questo risultato è, per noi, motivo di enorme soddisfazione - spiega Stefano Auricchio, responsabile marketing dell’Associazione - Infatti, i nostri parametri di certificazione sono più rigidi di quelli richiesti per ottenere l’STG in quanto prevedono una formazione specifica del personale e l’utilizzo di prodotti esclusivamente campani”.
Proprio la formazione è uno dei capisaldi dell’attività dell’AVPN: anche in Brasile, sono stati organizzati corsi per i pizzaioli locali, sotto l’abile guida del maestro Guglielmo Vuolo, pizzaiolo di quarta generazione.
“La collaborazione con l’AVPN - sottolinea Federico Weber, direttore dell’IS.ME.CERT. - nata grazie ad un progetto della Camera di Commercio di Napoli del 2009 finalizzato alla promozione della vera pizza napoletana in Brasile, si è fortificata, in quanto, come organismo di certificazione della qualità nel settore agricolo, abbiamo con l’AVPN il comune obiettivo di rendere un servizio indispensabile tanto al produttore quanto al consumatore finale”.
“L’entusiasmo suscitato dai nostri seminari a San Paolo - conclude Auricchio - ci ha spinto a programmare, per l’immediato futuro, un altro ciclo di corsi di formazione e la realizzazione di un vero e proprio evento, destinato al grande pubblico, per celebrare la vera pizza napoletana”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©