Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo lo stop di maggio scorso imposto dall’Aifa

Brescia, Celeste sotto osservazione dopo terapia


Brescia, Celeste sotto osservazione dopo terapia
24/08/2012, 18:30

BRESCIA – La piccola Celeste ha ricevuto l'infusione di cellule staminali adulte, prelevate dalla madre, e ora e' sotto osservazione nel reparto di Oncologia pediatrica degli Spedali Civili di Brescia. "E' andato tutto bene", riferiscono dall'ospedale. La bimba, malata di atrofia muscolare spinale, ha ricevuto il trattamento nel primo pomeriggio.

Possono proseguire le cure per Celeste, dunque, la bimba veneziana di due anni malata di atrofia muscolare spinale. Il giudice ha disposto l'immediata ripresa delle cure compassionevoli dopo lo stop imposto dall'Aifa, agenzia italiana per il farmaco, nel maggio scorso che non aveva ritenuto corretta la procedura. Alla piccola  venivano somministrate, e lo saranno ancora, le cellule staminali adulte prelevate dalla madre. 

A spingere i medici ad accelerare la ripresa delle cure anche il fatto che il padre di Celeste, Giampaolo Carrer, vuole essere presente martedì prossimo alla seconda udienza davanti al giudice del lavoro Margherita Bortolaso per la discussione del caso della piccola. L'uomo, affiancato dall'avvocato Dario Bianchini, aveva presentato ricorso d'urgenza contro gli Spedali di Brescia per chiedere la riattivazione delle cure, ritenute le uniche in grado di salvare la vita di Celeste.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©