Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Si è trattato di un delitto passionale

Brescia, fredda la compagna nel sonno e confessa l'omicidio

Le due donne litigavano spesso per questioni di gelosia

Brescia, fredda la compagna nel sonno e confessa l'omicidio
10/03/2013, 14:50

GUSSAGO (BRESCIA) - Una donna di 35 anni, Angela Toni, originaria di Perugia, ha ucciso con un colpo di pistola nel sonno la sua compagna, Marilena Ciofalo, di un anno più piccola di lei, disoccupata, originaria di Agrigento. E' stata proprio Angela Toni, più tardi, a chiamare le forze dell'ordine e a confessare l'omicidio, che è stato consumato questa notte nel loro appartamento in via Donatori di Sangue a Gussago, in provincia di Brescia.

Le due donne si erano trasferite nel nuovo appartamento soltanto nel luglio scorso. Prima, invece, avevano vissuto insieme ad Ancora. Il loro era un rapporto difficile, tanto da indurle spesso a litigare, anche in manira piuttosto accesa. I vicini di casa hanno raccontato di aver sentito le due donne litigare anche ieri in tarda serata. Poi c'è stato silenzio, pareva che entrambe si fossero addormentate. Ma invece, poco più tardi, intorno all'una, è stato sentito uno sparo: Angela ha freddato la sua compagna con un colpo alla testa nel sonno. L'arma con cui la vittima è stata uccisa era regolarmente detenuta dalla sua compagna, che non risulta essere affetta da problemi di natura psichiatrica e che ora si trova in carcere. All'origine dell'omicidio ci sarebbero motivi passionali, probabilmente legati alla gelosia. Anche il comandante provinciale dei carabinieri di Brescia, il colonnello Marco Turchi, ha riferito che si tratta di un omicidio dal movente passionale, maturato all'interno di una coppia in crisi.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©