Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Quest'anno il rappresentante del Sud ha sbaragliato su tutti

Brescia, Sal De Riso pasticcere dell'anno


Brescia, Sal De Riso pasticcere dell'anno
09/11/2010, 15:11

E' Sal De Riso il pasticcere dell'anno. Il premio gli è stato conferito oggi a Brescia, presso Villa Fenaroli, da una giuria formata da esperti del settore. Sal De Riso, (vedi foto) volto noto della Prova del Cuoco, programma di Rai Uno condotto da Antonella Clerici, risulta così il pasticcere più giovane d'Italia ad essersi aggiudicato questo prestigioso riconoscimento. E se l'anno scorso a ricevere il premio fu il bolognese Gino Fabbri, che ricevette il titolo a Napoli, quest'anno il rappresentante del Sud ha sbaragliato su tutti: La motivazione recita: " Per la costanza nella ricerca della qualità legata alle tradizioni del territorio campano, le grandi capacità imprenditoriali messe al servizio anche dei colleghi e la dedizione divulgativa dei principi dell'Accademia Maestri Pasticceri Italiani". L'Accademia è l'associazione che riunisce i più talentuosi tra i maestri dell'arte bianca italiana. L'ingresso nell' AMPI, attualmente appannaggio di poco più di 50 pasticceri in tutt' Italia, prevede una selezione molto rigorosa e impone degli strettissimi parametri di qualità. Per Sal De Riso, autore di due libri di grande successo: “Dolci del sole” e “Dolci in famiglia”, entrambi editi dalla Rizzoli, la consacrazione di Brescia è un'ulteriore conferma di come la sua carriera, iniziata più di vent'anni fa a Minori, nel cuore della Costiera amalfitana, sia stata il frutto di impegno, creatività e passione. Sal De Riso è stato il primo pasticcere del sud Italia a essere stato ammesso in Accademia, ne è un associato dal 1994. Da allora, ha ottenuto numerosi riconoscimenti: medaglia d'oro per la presentazione artistica a Rimini nel '97, medaglia d'oro per il “Dolce d'Amalfi” nel '98, medaglia d'oro per il miglior panettone gastronomico a Vicenza nel '98, medaglia di bronzo all'Olimpiade di Pasticceria a Salisburgo nel '99, medaglia d'oro per il miglior cioccolatino a Bologna nel 2003, medaglia d'oro all'Expo Sapori del 2003 come miglior dolce tipico per il “Dolce d'Amalfi”. Nel 2004, sempre all'Expo Sapori di Milano, ottiene una menzione speciale per la torta “Ricotta e pere”, nel 2007, a Siena, il premio “Ampolla d'Oro” per la promozione dell'extravergine d'oliva italiano, ingrediente di alcune delle sue produzioni, prima fra tutte, la CremDerì, crema spalmabile di nocciole e cacao.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©