Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

L'intervento della Polizia ha liberato entrambe

Brindisi: le rapiscono la figlia di 5 anni per costringerla a prostituirsi


Brindisi: le rapiscono la figlia di 5 anni per costringerla a prostituirsi
09/12/2010, 13:12

SAN VITO DEI NORMANNI (BRINDISI) - Un uomo è stato arrestato dalla Polizia del commissariato di Ostuni, in provincia di Brindisi, con le accuse  di sequestro di persona, tentata estorsione, violenza privata, minacce, violenza, lesioni. E bisogna verificare se sussiste anche lo sfruttamento della prostituzione, come è probabile.
L'uomo organizzava appuntamenti sessuali in una villetta di San Vito dei Normanni con due prostitute. Una delle due, che era riluttante a fare quel mestiere, era costretta dalla presenza della figlia di cinque anni, segregata dall'uomo in una stanza attigua di quello stesso casolare. In pratica, i rapporti sessuali in questione avvenivano a pochi metri di distanza dalla bambina.
A scoprire il tutto sono stati i poliziotti del commissariato di Ostuni, insospettiti dal traffico di uomini in quella villetta e dalle segnalazioni dei vicini, relative al pianto di una bambina. Anzi, inizialmente si pensava addirittura che la piccola subisse maltrattamenti o peggio, ma poi si è verificato che non era così e che le sue condizioni sono buone.
Ora madre e figlia sono state affidate ai servizi sociali, su disposizione del Tribunale dei Minori di Lecce. L'uomo invece è stato portato nel carcere di Brindisi, in attesa della convalida dell'arresto da parte del Gip

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©