Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La Procura indaga contro i disoccupati organizzati

Bros alla sbarra, ma non sono tutti così


.

Bros alla sbarra, ma non sono tutti così
17/11/2011, 14:11

NAPOLI - Un anno intenso di proteste e cortei quello dei disoccupati organizzati, meglio conosciuti come Bros. Dalle aggressioni all'assessore regionale Napppi alle minacce a Mastella, per finire alle dure contestazioni contro il sindaco de Magistris, tutti segnali di un malessere che parte da lontano e non sembra essere figlio di infiltrazioni d'altro genere. La Procura adesso vuole vederci chiaro, soprattutto a seguito degli atti vandalici di cui si sono resi responsabili gli ex corsisti del "famigerato" progetto 'Isola', quel grande bluff servito solo ad intercettare denaro e consensi elettorali. Per questa situazione che vede migliaia di persone interessate da una precarietà istituzionalizzata nel mezzogiorno d'Italia, e viste le circostanze la Digos si è mobilitata perquisendo le sedi di queste associazioni ed anche in abitazioni private. La Procura ha confermato le indagini in corso sul movimento dei disoccupati organizzati, precisando che le indagini mirano a verificare se i "blocchi ferroviari, lesioni personali, danneggiamenti ed incendi, invasioni di edifici, violenze private siano o meno espressione di strategie criminose finalizzate ad un uso ricattatorio della violenza di piazza di gruppi organizzati che non si battono per l'affermazione di diritti ma apertamente pretendono il mantenimento di promesse, o presunte tali, ricevute nel quadro di pluriennali ed ambigue relazioni politico-clientelari". Ma il problema è un altro: in questo modo si rischia di fare di tutta l'erba un fascio, come recita il proverbio. L'ex progetto Isola non era frequentato solo da opersone che hanno avuto come unica alternativa solo le proteste di piazza o la violenza su cose e persone, ma anche da un altro troncone di Bros, quella fetta pacifica e colta che ha creduto fortemente nel progetto regionale, poi finito sugli scaffali del tribunale.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©