Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stato il ragazzo a chiamare la polizia

Brucia vivo il patrigno cieco, tragedia a Comiso

Tra i due c'erano stati frequenti litigi

Brucia vivo il patrigno cieco, tragedia a Comiso
16/07/2013, 20:59

COMISO (RAGUSA) - Un ragazzo di 21 anni, Mirko Bottari, ha dato fuoco e ucciso il suo patrigno, Vincenzo Arcidiacono, 60enne non vedente, in seguito all’ennesimo dei litigi che hanno sempre minato il loro rapporto.

La tragedia familiare si è consumata a Comiso, nel Ragusano, all’interno dell’abitazione della vittima, dove il ragazzo ha legato l’uomo e gli ha dato fuoco. Il suo corpo, ancora in preda alle fiamme, è stato ritrovato in camera da letto privo di vita dagli agenti di polizia, chiamati dallo stesso autore del folle gesto. Il ragazzo si è presentato agli uffici della polizia con evidenti bruciature alle gambe ed è subito stato interrogato. Alle domande della polizia il 21enne ha risposto spiegando che i litigi con il suo patrigno, l’ultimo dei quali era scoppiato oggi pomeriggio, erano continui e violenti.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©