Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bruno Vettore: trenta anni di un avvenire


Bruno Vettore: trenta anni di un avvenire
14/05/2013, 12:22

Giovedì 16 maggio 2013, ore 12.00, Caffè letterario del XXVI Salone Internazionale del Libro di Torino: Bruno Vettore, A.D. TreeRe (Gabetti, Grimaldi, Professionecasa), presenta la sua prima iniziativa editoriale in occasione dei trent’anni di carriera professionale: esperienze di vita che riflettono sui processi economici e sul significato di leadership propri di una società in rapida trasformazione per una legacy unica nel suo genere. Quella sera rividi il ragazzo che aveva messo un annuncio sul giornale, neanche ricordo quale, di tanti anni prima e che non sperava in nessuna risposta, aveva ventidue anni. Mi chiamarono dalla Tecnocasa: ‘La prossima settimana apriamo un’agenzia a Senago, se vuole iniziare, si presenti lunedì mattina’. Erano le otto e trenta, quel ventisette aprile del 1983 quando mi presentai davanti a quella serranda. Tredici anni dopo ero il Direttore Franchising della Tecnocasa Italia“. Questa, la quarta di copertina di Trent’anni di un avvenire, una vita da leader, opera prima di Bruno Vettore, Amministratore Delegato del Tree Real Estate Group – holding proprietaria dei marchi Gabetti Franchising, Grimaldi Immobiliare e Professionecasa – che sarà presentata in anteprima il 16 maggio al C affè letterario del Salone Internazionale del Libro di Torino. Un libro, una storia, una vita in un’opera autobiografica unica nel suo genere: la Legacy di uno dei manager più stimati dell’Immobiliare italiano afferma il valore motivazionale e la forza ispirativa del credere in sé stessi perseguendo l’ideale di una continua crescita sia umana che professionale. “Vincere nella vita non significa puntare sulla sconfitta di qualcuno o qualcosa, non lasciare macerie dietro di sé, vincere significa costruire e andare avanti” è l’ideale declinato negli otto pilastri che danno corpo alla parte centrale del libro: un vero e proprio saggio-breve sulla leadership. La leadership è ovunque: “Il capitano di una squadra di calcio, il riferimento naturale di un gruppo di amici, il genitore, sono solo alcune delle declinazioni del significato di leadership, fino ai grandi gruppi aziendali” – spiega l’autore che già due anni fa, in occasione dell’Italian Leadership Event, aveva condiviso alcune riflessioni sul vero significato di Essere un Leader: ogni azione, attività quotidiana, determina il valore di un Leader nel suo relazionarsi con le persone, con ogni singola persona di cui è naturale riferimento, quando non scade nella “non-leadership” di cui Trent’anni un avvenire offre un’originale descrizione, utile per limitare gli errori ed eliminare quei fattori negativi che influiscono sulle sinergie di gruppo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©