Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Aeroporto chiuso per ore

Bruxelles: incidente aereo, cinque morti, tre fratellini


Bruxelles: incidente aereo, cinque morti, tre fratellini
10/02/2013, 13:59

 BRUXELLES - Dovevano andare via per Carnevale, a trovare il loro papà in missione a Lione, e invece sono morti assieme alla madre e al nonno nel loro piccolo aereo da turismo, schiantatosi al suolo subito dopo il decollo dall'aeroporto di Charleroi nella serata di ieri. E il papà, avvertito dell'incidente, ora troverà solo una squadra di psicologi ad attenderlo in Belgio, dove sta tornando per riconoscere i cadaveri. Mentre lo scalo di Charleroi diventa un incubo per i 18.000 passeggeri costretti per ore ad aspettare che i voli riprendessero. La famiglia sterminata dall'incidente era originaria del quartiere “bene2 di Bruxelles, Uccle. Ieri mattina, dopo aver fatto i bagagli, la mamma (39 anni), i suoi tre bambini (6,7 e 3) e il nonno (68) si erano recati a Charleroi, il secondo aeroporto belga, da dove partono tutti i voli low cost, compresi quelli della Rayanair. Circa 18.000 passeggeri il sabato transitano per l'hub della piccola cittadina a sud del Belgio. Ma i quattro avevano il loro volo privato, molto probabilmente noleggiato, ad attenderli. Non è ancora chiaro chi si fosse messo alla guida, ma non c’erano altre persone con loro. Non appena decollato, a poche decine di metri da terra, qualcosa succede, l'aereo tenta di tornare indietro sulla pista ma riesce a fare solo un mezzo giro prima di precipitare al suolo. Uccidendo sul colpo tutti e quattro.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©