Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

BUFERA APPALTI PARTENOPEI, NUGNES A ROMEO: "NESSUN PROBLEMA"


BUFERA APPALTI PARTENOPEI, NUGNES A ROMEO: 'NESSUN PROBLEMA'
17/12/2008, 11:12

"Ma figurati Alfredo, io non tengo proprio nessun problema...": questa, secondo quanto si evince da un'intercettazione telefonica tra l'imprenditore Alfredo Romeo e l'ex assessore al Comune di Napoli Giorgio Nugnes, suicidatosi lo scorso 29 novembre, sarebbe stata la replica di quest'ultimo alle richieste dell'imprenditore napoletano arrestato oggi nell'ambito dell'indagine sull'appalto Global Service. Secondo l'inchiesta del procuratore aggiunto Franco Roberti e dei sostituti Enzo D'Onofrio, Raffaello Falcone e Pierpaolo Filippelli, Romeo aveva organizzato un vero e proprio comitato composto oltre che da tecnici e professionisti anche da assessori e pubblici funzionari i quali ruotando intorno alla sua figura "a fronte delle prebende che egli è in condizioni di distribuire (in termini di posti di lavoro, in incarichi e consulenze ed in termini di denaro sonante) piegano la loro funzione ed i loro doveri in favore del primo assicurandogli l'aggiudicazione di appalti di opere e di servizi pubblici". Secondo la Procura di Napoli ciò avveniva attraverso una vera e propria "blindatura" dei bandi di gara che venivano materialmente redatti dallo stesso Alfredo Romeo e dagli uomini del suo staff per essere approvati dai vari enti pubblici interessati. La stessa Procura ha inoltre disposto il sequestro di tutte le società "direttamente e indirettamente riconducibili ad Alfredo Romeo", dal valore di "svariate centinaia di milioni di euro". Sequestrati anche l'albergo recentemente inaugurato a Napoli (anch'esso finito al centro dell'indagine) nonché tutti i conti correnti riconducibili a Romeo e al suo nucleo familiare.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©