Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il presidente Cesaro ammonisce l'azienda

Bufera sull’Asub, partecipata della Provincia


.

Bufera sull’Asub, partecipata della Provincia
31/10/2011, 14:10

NAPOLI – Dopo la bufera su Napoli Servizi, la partecipata del Comune a cui De Magistris ha sostituito il vertice, è la volta delle aziende legate all’amministrazione provinciale di Napoli. In un contesto da ‘sprecopoli’ e con la crisi economica che sta mandando in fumo la liquidità dei governi, i dirigenti dell’Asub, partecipata della Provincia si sono addirittura aumentati i superminimi di 75mila euro; della serie, alla faccia di chi ha fame!!. Ovviamente questa circostanza poco morigerata rispetto alla realtà economica è giunta all’orecchio del numero uno del palazzo Luigi Cesaro che d’impeto ha avvertito: “si proceda ai tagli sui benefit e sui superminimi per i manager o chiudo l’Azienda”. L’Asub, che si occupa di manutenzione degli immobili di proprietà dell’Amministrazione provinciale, fu creata nel 1999 e a distanza di 12 anni rischia di chiudere per un buco di bilancio di oltre 3 milioni di euro. Nonostante questa drammatica circostanza che potrebbe mandare per strada centinaia di lavoratori, gli stipendi dei dirigenti continuano a lievitare. Per questo il presidente Cesaro ha voluto personalmente prendere la situazione in mano e normalizzare una circostanza che rischia di diventare ingestibile.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©