Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lamentano costi eccessivi, sono pronti alla serrata

Buttafuori davanti a cinema e teatri, i gestori si ribellano


Buttafuori davanti a cinema e teatri, i gestori si ribellano
27/05/2011, 10:05

ROMA - Manca un mese, a meno di ulteriori rinvii e proroghe, all'entrata in vigore di una normativa che rischia di creare seri danni al mondo dello spettacolo. E' la norma che prevede che tutti i luoghi aperti al pubblico dove si svolga intrattenimento o spettacolo (quindi anche cinema e teatri) debbano munirsi di "personale addetto ai servizi di controllo"; in altri termini, di buttafuori.
Una norma che porterebbe enormi spese ai gestori dei locali - e questo è un periodo dove, a causa della crisi, ci sono sempre meno persone - senza che si veda l'utilità. Qualcuno ha mai visto un rissa a teatro, per esempio? E durante la proiezione di un film, dovrebbero fare perquisizioni approfittando del buio in sala?
Insomma, è una sciocchezza colossale. Alla quale l'Agis chiede di porre rimedio; altrimenti il rischio è che i locali siano costretti a chiudere per evitare le sanzioni previste. In effetti ci sono stati degli incontri con i responsabili del Ministero degli Interni, ma c'è il problema che il Ministero non vuole perdere la faccia ritirando il provvedimento. E quindi si cerca di fare in modo da rinviare ulteriormente il provvedimento o depotenziarlo nella sostanza senza che la forma ne venga intaccata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©