Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

C. DI PRINCIPE: ORSI VERSAVA 15MILA EURO AL MESE AL CLAN


C. DI PRINCIPE: ORSI VERSAVA 15MILA EURO AL MESE AL CLAN
02/06/2008, 15:06

Quindicimila euro al mese, per quattro anni, al clan mondragonese dei 'La Torre'; e si indaga sul fatto che altrettanto sia stato preteso, mensilmente, dai 'Casalesi'. L'avvocato di Michele Orsi, l'imprenditore ucciso ieri in un agguato di camorra a Casal Di Principe, cita le cifre, per dimostrare fino a che punto Sergio e Michele Orsi fossero 'vessati' dalla camorra. "Michele Orsi non era un pentito - ribadisce Carlo De Stavola - lo ripeto. Era, con suo fratello, una vittima: la loro società ha versato 15 mila euro al mese, per 4 anni, al clan mondragonese". Cifra che potrebbe rappresentare soltanto la metà del 'pizzo' effettivamente pagato, dal momento che a pretendere le tangenti erano anche i Casalesi; ma su questo si indaga. Orsi era, come è stato detto, il 'Lima della camorra'? "Assolutamente no. Chi lo ha sostenuto se ne assume la responsabilità", risponde il legale. "Orsi aveva paura - aggiunge - veniva ogni giorno nel mio studio, perché era l'unico posto in cui si sentiva sicuro". E la truffa aggravata di cui era accusato? "Lui era accusato di avere, attraverso fatture e altre operazioni, favorito i clan. E' questa l'impostazione del processo. Orsi era stato ascoltato come teste l'8 maggio, nel filone del processo che riguardava i detenuti. Ora aspettava soltanto l'udienza preliminare del 17 giugno: era slittata, per difetti di notifica, avrebbe dovuto essere il 20 maggio".

Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©