Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Caccia ai geni ereditari dei tumori


Caccia ai geni ereditari dei tumori
19/06/2017, 13:00

Un  oncochip per mappare le alterazioni genomiche e le mutazioni genetiche ereditarie dei tumori e curare con più precisione i malati utilizzando nuovi farmaci molecolari.

L’oncochip, una minuscola piastrina elettronica di silicio in grado di memorizzare, elaborare e trasmettere dati, trasformerà ogni paziente in un progetto di ricerca a sé: il suo genoma sarà incrociato in tempo reale con le informazioni cliniche e scientifiche disponibili.
La prospettiva concreta è la creazione di una sorta di internet dei genomi, che moltiplicherà le possibilità preventive e diagnostiche per le potenziali  predisposizioni familiari. Il progetto finanziato dal Ministero della Salute e realizzato da Alleanza contro il cancro, Acc,  partirà a ottobre con la mappatura del genoma di 1.000 tumori al polmone.
Nel 2018 lo screening sarà esteso ad altri tumori utilizzando un nuovo approccio in cui è programmata la concomitante analisi dei geni responsabili del rischio genetico dei tumori ereditari.
L’obiettivo, che determinerà un notevole sviluppo della prevenzione,  è quello di consentire ai pazienti di risalire ad una completa caratterizzazione dei tumori per essere curati al meglio e utilizzando farmaci mirati.

Commenta Stampa
di M.Lia Piscitelli
Riproduzione riservata ©