Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non è partito da una pista di decollo

Cade aereo a Messina: nessun superstite. Passeggeri carbonizzati


Cade aereo a Messina: nessun superstite. Passeggeri carbonizzati
12/08/2010, 10:08

MESSINA – Da poco decollato, un elicottero, un ultraleggero, e' precipitato all'interno del complesso industriale della Nuova Cometra, azienda di profilati metallici di Giammoro, che realizza interni per mezzi di trasporto tra cui le imbarcazioni di lusso  nei pressi di Messina.
A bordo vi erano quattro persone, due uomini e due donne, morte carbonizzate nel rogo scoppiato dopo l'impatto al suolo. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri l'elicottero era di proprieta' della stessa societa' Nuova Cometra.
Erano diretti alle Eolie.
Secondo prime indiscrezioni, l'elicottero precipitato era stato noleggiato da un privato di Bari, Stefano Soglia, alla ditta costruttrice di yatch ''Aicon'' con sede nella zona industriale di Giammoro, dove è avvenuto l’incidente. Si tratta di una frazione del comune di Pace Del Mela (Me).
L'amministratore dell'Aicon e' Lino Siclari. L'elicottero sarebbe partito da uno spiazzo vicino a un capannone della ''Nuova Cometra''. 
Il largo da cui e' partito il velivolo non sarebbe certificato come pista di decollo o atterraggio.
I carabinieri avrebbero identificato per il momento soltanto una delle quattro vittime dell'incidente: si tratterebbe del pilota del velivolo Domenico Messina, di 35 anni, di Barcellona Pozzo di Gotto (Me).
Gli investigatori stanno ascoltando le testimonianze di dipendenti della Nuova Cometra per appurare le identita' degli altri morti

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©