Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il salvataggio sulla spiaggia Cala del Cefalo a Camerota

Cade in mare, salvato dai carabinieri


Cade in mare, salvato dai carabinieri
11/02/2009, 14:02


E’ scivolato in mare ed è stato risucchiato in pochi attimi dalle onde, salvato in extremis dai carabinieri un imprenditore di Camerota. E’ accaduto sulla spiaggia di Cala del Cefalo, a Marina di Camerota, dove un uomo del posto è scivolato accidentalmente in mare mentre passeggiava in spiaggia. Lo hanno ripescato “miracolosamente” i carabinieri della locale stazione che hanno assistito alla scena durante un servizio di controllo messo in atto a seguito delle avverse condizioni meteorologiche. Il primo ad accorgersi dell’uomo in mare, ormai esanime e a circa 25 metri dalla riva, è stato il luogotenente Massimo Di Franco, comandante della locale stazione, che senza esitare nemmeno un attimo si è gettato in mare nonostante la forte mareggiata in atto in quel momento. In suo supporto anche l’appuntato scelto Manuel Bruno. Attimi di panico che sembravano non finire mai. Il luogotenente Di Franco, peraltro esperto sub e in possesso del brevetto di salvamento a nuoto, è riuscito ad afferrare il malcapitato e con l’aiuto dell’altro carabiniere ad avvicinarsi alla riva. In contemporanea sono giunti sul posto altri tre carabinieri, quali il brigadiere Donato Panico, l'Appuntato Giuseppe Cangini e il carabiniere Cataldo Pantuso che si sono tuffati in acqua, coadiuvando i primi due militari intervenuti. Il malcapitato, una volta riportato a riva è stato rianimato dal personale sanitario del luogo. Per fortuna solo tanta paura e nessuna grave conseguenza per l’imprenditore.  Quando i militari hanno terminato il recupero, dalla spiaggia è partito un forte applauso liberatorio. Intanto i carabinieri hanno aperto delle indagini per capire con esattezza la dinamica dell’incidente.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©