Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A 3 e 4 anni erano sporchi dei loro escrementi e affamati

Cagliari: due fratellini segregati in casa, arrestata la madre


Cagliari: due fratellini segregati in casa, arrestata la madre
02/04/2010, 09:04

CAGLIARI - Una stanza chiusa a chiave, con le tapparelle abbassate quasi completamente, a parte uno spiraglio per far passare un minimo di aria e di luminosità; senza luce; con le pareti sporche di escrementi spalmate con le mani: questo l'ambiente in cui i Carabinieri di Cagliari hanno trovato due fratellini di 3 e 4 anni. L'appartamento era sotto osservazione da 4 giorni, ma i militari non erano riusciti ad appurare niente di certo. Allora hanno atteso che la donna tornasse a casa, il maresciallo l'ha fermata, si è identificato ed è entrato con lei. Ha aperto la stanza che era chiusa a chiave e ha trovato i due bambini, così abituati al buio da non sopportare neanche la luce che entrava dalla porta. Avevano un ciuccio sporco in bocca, i pannolini sporchi e puzzavano per scarsa igiene. Perchè la madre lesinava loro anche il cibo: un piatto di pasta a pranzo e uno a cena, ma non sempre quest'ultimo. Tanto è vero che sono stati sfamati con un succo di frutta e un panino a testa, che sono spariti a velocità incredibile. E' stata chiamata anche una pediatra, che ha visitato i bambini, trovando la bambina, quella di 4 anni, in condizioni di salute un po' precarie. Inoltre i due bambini parlano male e sono un po' denutriti, ma nell'insieme stanno bene. Hanno giocato a lungo con i Carabinieri e le due vigilesse che li hanno accompagnati, prima di essere portati in una casa famiglia.
La madre invece passava il suo tempo su Internet e Facebook, da dove prendeva appuntamenti dove, secondo le sue dichiarazioni, svolgeva la sua attività di "P.R.". COmunque, qualsiasi cosa facesse, era quella la sua fonte di reddito. Una fonte che adesso si è prosciugata, dato che la donna è stata arrestata e portata in carcere. Esperienza non nuova per lei: tempo fa dovette scontare una pena detentiva per la morte del marito e per averne nascosto il cadavere in casa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©